Come far si che tua figlia frequenti solo bravi ragazzi.

Molti genitori sono preoccupati delle persone che i propri figli frequentano, la cosa diventa ancora più importante se il genitore è un uomo e il figlio in questione una donna.

La nostra evoluzione e la nostra società hanno generato un maggior senso di protezione nei confronti degli individui di sesso femminile (per fortuna) e questo porta molti papà a preoccuparsi di ogni individuo che solo pensa ad immaginare di avvicinarsi alla figlia.

 

Parlo per esperienza, quel sano istinto omicida che si risveglia nel momento in cui qualcuno parla di vostra figlia in termini non infantili, o peggio, quando qualcuno viene dipinto come il potenziale boyfrend della vostra creatura, svela quanto noi padri siamo preoccupati di una potenziale minaccia al benessere della ragazza in questione.

 

Come dissero tempo fa Bandler e Grinder “Ogni comportamento negativo ha la sua origine in un’intenzione positiva”, questo spiega il perché di queste reazioni che molte volte sfociano in veri e propri capricci da vecchi. Proprio così, la verità è che non vogliamo che qualcuno possa fare del male ad una piccola (perché per noi sarà sempre la nostra bambina anche quando avrà 57 anni), innocente (ovviamente siamo in grado di procreare solo dando vita ad esseri immacolati) e del tutto innocua creatura.

 

Il terrore che nostra figlia arrivi a casa con un poco di buono, un violento o semplicemente uno stronzo, arrovella il cervello e lo stomaco di ogni padre preoccupato del futuro della propria figlia.

 

Il 19 marzo, ho ricevuto uno dei messaggi più commoventi che abbia mai ricevuto ed il mittente era mia figlia che si trova negli Stati Uniti per gli studi. Dopo essermi ripreso emotivamente ho deciso che avrei dovuto studiare una strategia per poter migliorare ulteriormente come genitore e di conseguenza permettere ad altri papà di migliorare con me. Una cosa che ripeto di continuo è: “Per ottenere le risposte giuste bisogna porsi le domande giuste”, e la mia domanda è:

 

Cosa orienta la scelta di un partner?

 

Va bene l’attrazione fisica, va bene tutta la neurochimica dell’innamoramento di cui ho già parlato in questo articolo, ma andiamo oltre, cosa ti fa decidere che quella persona la vuoi frequentare e conoscere in maniera più approfondita? La risposta che ha soddisfatto maggiormente questa mia curiosità è stata: Scegliamo la persona sulla base dei valori e delle convinzioni che abbiamo riguardo l’amore.

 

Se la persona che ho di fronte soddisfa o ha dei valori uguali o simili ai miei e risponde alle mie convinzioni, allora vale la pena approfondire la conoscenza.

 

Ricordo che i valori rappresentano ciò che è importante della propria vita (es. libertà, gioia, serenità, divertimento, ecc.) e per una ragazza potrebbe essere importante ciò che per un adulto non lo è; in ogni caso molti dei valori di ognuno di noi vengono ereditati dalla famiglia di appartenenza perché è ciò che indirettamente guida anche i nostri comportamenti; se nella mia famiglia l’ordine è un valore, manterrò ordinata la casa in cui vivono i miei figli e molto probabilmente anche a loro piacerà mantenere le cose in ordine (a patto che io dia l’esempio e non mi sostituisca a loro nel comportamento).

 

Le convinzioni sono ciò che per noi corrisponde alla verità. Più sono convinto di una cosa e più questa cosa mi darà la forza e la determinazione di andare in una determinata direzione. Un ragazzo che è convinto che la scuola non serva a nulla, si comporterà di conseguenza e porterà come risultato un disinteresse generalizzato a tutte le materie.

 

Cosa genera convinzioni e valori nei nostri figli? L’esempio.

 

Se vuoi che tua figlia desideri frequentare ragazzi “per bene”, persone dai sani principi e mossi dalle migliori intenzioni, ti basterà mostrare ogni giorno a tua figlia come un uomo VERO si comporta.

Falle vedere quanto amore metti nelle cose che fai per tua moglie e la tua famiglia, mostrale come un uomo affronta i problemi e quanta gentilezza può uscire da individuo di sesso maschile.

 

Sii tu l’esempio di uomo che vorresti vedere al fianco di tua figlia.

 

 

PS Grazie Alessia per essere la mia forza😘.

 

Se vuoi che tua figlia desideri frequentare ragazzi “per bene”, persone dai sani principi e mossi dalle migliori intenzioni, ti basterà mostrare ogni giorno a tua figlia come un uomo VERO si comporta.

Gianpaolo Vielmi - Allenatore Mentale

Scopri come:

  • Massimizzare il tuo potenziale
  • Raggiungere gli obiettivi prefissati
  • Costruire obiettivi dettagliati
  • Trovare nuove strade da percorrere
  • Rimuovere gli ostacoli
  • Elaborare piani d'azione in sintonia con se stessi

CONTATTAMI

BLS Ltd
CMS House, Third Floor
St. Peter’s Street
San Gwann SGN 2310 – Malta