Quanto puoi migliorare con l'allenamento mentale?

Una domanda che molti, soprattutto gli atleti mi pongono è: “Quanto posso migliorare se mi alleno con te?”. La mia risposta è sempre la stessa: “Quanto credi di migliorare se la tua testa fosse totalmente concentrata su ciò che fai e se le emozioni non prendessero il sopravvento?”

Dopo tanto lavoro fatto in tantissimi settori sportivi, dal gioco di squadra (calcio, basket, pallavolo, ecc.) a quello individuale (tennis, sci, parapendio, ecc.) ho identificato uno schema che si ripete in tutti gli sportivi, schema che identifica le difficoltà che uno sportivo incontra (consciamente o inconsciamente) nel compimento della sua performance generando errori. Ecco di cosa parlo…

1.     L’atleta è concentrato su quali errori NON deve compiere

2.    L’atleta è agitato (dalle farfalle allo stomaco al mal di testa)

3.    L’atleta ha paura di cosa potrebbe andare storto

4.    L’atleta inizia a dirsi cose come “non ti sei allenato abbastanza”, “lui è più forte”, ecc.

5.    L’atleta fatica a entrare subito a pieno regime, ha quasi una “sensazione strana”

6.   L’atleta pensa a come deve eseguire il gesto atletico

7.    L’atleta si concentra su ciò che ha sbagliato e lo ha portato a perdere la competizione.

Ti ci trovi in qualcuno di queste cose?

Se la risposta è SI allora posso dirti che hai bisogno di un Allenatore Mentale!

Non importa il livello di competizione in cui ti trovi, che tu sia un professionista o un amatore; ciò che conta è che tu comprenda una semplice regola

Il livello della tua performance (p) è dato dal livello del tuo Potenziale (P) a cui devi sottrarre tutte quelle Interferenze (I) che fai nascere dentro e fuori di te. 

p = P - I

Se hai un potenziale di 100 e ti fai “seghe mentali” per 40 la tua performance sarà di 60 (100-40=60); se un tuo avversario che sulla carta ha un potenziale di 80, e quindi è inferiore a te, tiene sotto controllo la testa generando interferenze per 10, avrà un potenziale di 70 (80-10=70). Quindi, nonostante il tuo avversario fosse sfavorito, te le suonerà di santa ragione semplicemente perché non si fa fregare da ciò che succede nella sua testa!

Come fare? 

Beh, le azioni da poter compiere sono veramente infinite, ma qui voglio darti una dritta per smettere di compiere l’errore n° 3 “L’atleta ha paura di cosa potrebbe andare storto”.

Innanzitutto raccontiamo cosa succede nella testa di chi costruisce questo genere di pensiero (si, ho detto costruire perché anche se non ti piace quest’idea, sei tu a costruire i tuoi pensieri).

Si inizia con il pensare agli errori compiutiin passato in situazioni analoghe, ricordando in modo vivido i suoni uditi, le sensazioni fisiche provate, le emozioni negative legate a quegli eventi; trasportando tutto nell’attualità, inizi cioè a fare previsioni futuristiche catastrofiche di ciò che potrebbe andare storto.

Ora, lascia che ti spieghi una cosa complessa in modo semplice: C’è una funzione del nostro cervello che funziona un po’ come un pilota automatico, cioè carichi l’informazione e lui ti porta li. Bene, hai caricato le informazioni di ciò che può andare storto, dove pensi ti porterà questo sistema????

Esatto, a fare delle azioni che produrranno come risultato l’esito negativo che avevi previsto….

E vuoi sapere di più? 

Una volta ottenuto ‘esito negativo ti dirai: “Vedi! Lo sapevo che sarebbe finita così!!!”, generando una convinzione negativa su di te.

È fantastico, mi meraviglio ogni volta di come riusciamo a complicare le cose facili, rendendole difficili, passando per l’inutile!

Smettila!!!! Smettila di pensare a cosa andrà storto ed inizia a concentrarti su cosa deve succedere per far si che le cose vadano per il verso giusto. È facile!!!! Immagina vividamente cosa succederà durante tutta la durata della tua prestazione, ogni dettaglio che ti porterà ad avere un risultato migliore.

Se vuoi avere altre dritte su come fare, contattami… io sono qui per te.

Quanto credi di migliorare se la tua testa fosse totalmente concentrata su ciò che fai e se le emozioni non prendessero il sopravvento?

Gianpaolo Vielmi - Allenatore Mentale

Scopri come:

  • Massimizzare il tuo potenziale
  • Raggiungere gli obiettivi prefissati
  • Costruire obiettivi dettagliati
  • Trovare nuove strade da percorrere
  • Rimuovere gli ostacoli
  • Elaborare piani d'azione in sintonia con se stessi

CONTATTAMI

BLS Ltd
CMS House, Third Floor
St. Peter’s Street
San Gwann SGN 2310 – Malta